A HOUSE FOR GIUSEPPE PANZA

A House for Giuseppe Panza è un’installazione in legno realizzata per la mostra “Robert Wilson for Villa Panza. Tales”
presentata nella Villa Panza di Varese, dal 1996 patrimonio del FAI – Fondo Ambiente Italiano.
La mostra è a cura di Noah Khoshbin, curatore dei progetti espositivi dello Studio di Bob Wilson,
e di Anna Bernardini, direttore di Villa Panza.

A House for Giuseppe Panza è un’architettura in stile American Shaker
ed’
è entrata a far parte della collezione permanente di Villa Panza.

L’interno della casa in legno, visibile attraverso le finestre ma inaccessibile ai visitatori,
ospita una sorta di tableau vivant ispirato ad una fotografia del 2007
che ritrae Giuseppe Panza seduto ad un tavolo ed assorto nella lettura:
una sedia dallo schienale molto alto, un tavolo di legno naturale su cui poggia un grande libro aperto;
sospeso su questo, il calco in resina di un avambraccio la cui mano è colta nell’atto di “fermarne” le pagine.
Uno straordinario gioco di luci, di colore azzurro freddo, ricrea una dimensione sospesa ed atemporale,
poetica, quasi si trattasse di un dipinto di Magritte;

L’installazione è accompagnata dalla registrazione audio di alcuni versi di Rainer Maria Rilke,
recitati dallo stesso Robert Wilson e tratti dalle Lettere a un giovane poeta (1929), testo molto caro al collezionista milanese:
attraverso quest’opera, Bob Wilson mette in luce aspetti che lo accomunano allo spirito di Giuseppe Panza
come l’amore per lo studio, la contemplazione e la ricerca del silenzio.

BACK TO HOME



photos by Marco Reggi, All Rights Reserved